Perché l'udito dei bambini è importante

Noi incominciamo a sviluppare il linguaggio dal momento della nascita. Perciò, quanto prima si rileva e si fa trattare la perdita uditiva, tanto meglio. La combinazione del vostro sostegno con i migliori apparecchi acustici, strumenti e tecniche creare un futuro migliore per il vostro bambino.

L'importanza del suono

Lingua si impara attraverso l'esposizione ai suoni. I bambini raccolgono le parole che sentono nel loro ambiente. Ma lo sviluppo del linguaggio non è l'unica cosa che dipende dalla capacità del bambino di sentire. La sua capacità di ascolto influenza anche la sua capacità di imparare a leggere e scrivere, e ha anche grande influenza sulle capacità sociali.

Per sviluppare la lingua parlata, il bambino deve essere in grado di ascoltare il discorso in modo chiaro, oltre a poter ascoltare se stesso. Se il bambino soffre di perdita dell'udito, lo sviluppo del linguaggio di base sarà spesso ritardato Man mano che il vostro bambino cresce, si trova ad affrontare una serie di sfide in diverse fasi della vita, dall'infanzia fino all'età scolare e oltre. La sua perdita dell'udito avrà conseguenze sulla sua vita in modo diverso nel passaggio dalla sicurezza della casa all'essere indipendenti in ambienti difficili, come la scuola, lo sport e altre attività ricreative.

Non solo il potere, ma saper essere forti

Anche se la perdita dell'udito avviene nelle orecchie, l'effetto reale è nel cervello. Sono i centri uditivi del cervello a dar significato al suono, in modo che le strutture del cervello siano stimolate a svilupparsi. Le orecchie ricevono i suoni e inviano i segnali al cervello che li elabora per dar loro un significato. 

Gli apparecchi acustici di Oticon con l'esclusiva tecnologia BrainHearing ™ forniscono al cervello del bambino il segnale più chiaro possibile, affinché ottengano il massimo dal loro udito.

Gli apparecchi acustici con tecnologia BrainHearing™ sostengono lo sviluppo linguistico del bambino:

Il cervello si sviluppa man mano che il bambino cresce

Molti genitori credono che le protesi acustiche ripristineranno l'udito del loro bambino. Sfortunatamente, non lo possono fare. Ma possono aiutare a migliorare la qualità di vita del bambino e sono fondamentali per l'apprendimento. Con la tecnologia attuale, i bambini possono essere dotati di apparecchi acustici fin dalle prime fondamentali settimane, o mesi, dalla nascita.

Continuiamo ad imparare durante tutta la vita. Dal momento della nascita impariamo osservando e imitando i nostri genitori, la famiglia e gli amici. In seguito, mentre andiamo a scuola, svolgiamo lavori e conduciamo vite attive, continuiamo il processo di apprendimento. I bambini con perdita dell'udito possono trascorrere una vita ugualmente piena e produttiva come gli altri bimbi. Hanno solo bisogno di supporto supplementare durante l'apprendimento

Il primo passo per utilizzare apparecchi acustici
Al fine di sviluppare un linguaggio verbale pieno e ricco, il bambino deve essere in grado di entrare in sintonia con i suoni del parlato che lo circondano. È vitale essere in grado di udire quanto più possibile mentre si è svegli. Proprio come ci si basa sulla luce per muoversi con sicurezza e capire e godere completamente di tutte le attività in corso intorno a noi, allo stesso modo il bambino si basa sui propri apparecchi acustici che lo aiutano a ottenere il massimo dal proprio ambiente e ne supportano lo sviluppo linguistico.

Aiuta lo sviluppo di strutture cerebrali essenziali
Persino bambini con un minimo di udito possono beneficiare dall'uso di apparecchi acustici, poiché il suono amplificato produce stimolo e promuove la crescita dei centri uditivi del cervello. Queste strutture cerebrali sono sviluppate meglio e diventano più interconnesse quando il bambino è molto piccolo. Questo è importante per il vocabolario di un bambino: Spesso il vocabolario di un bambino quadruplica tra il suo primo e il secondo compleanno. Perciò è importante disporre di apparecchi acustici quanto prima possibile.

Comunicazione chiara

I bambini con perdita di udito devono essere vicino a chi parla, al fine di individuare e ascoltare comodamente ciò che viene detto. È possibile sostenere il bambino in situazioni quotidiane e aiutarlo a capire meglio e sviluppare il discorso, tenendo a mente alcune regole di base.

Quando comunichiamo usiamo molto di più della semplice lingua parlata. Usiamo le nostre mani, il linguaggio del corpo e le espressioni facciali. Per tenere il passo con le persone udenti, il vostro bambino deve compiere un grande sforzo, quindi assicuratevi di essere molto chiari nella vostra comunicazione e di tenere a mente le 3 regole fondamentali illustrate di seguito. È inoltre possibile condividere i suggerimenti per la comunicazione con il vostro bambino. E con l'aiuto dell'insegnante il vostro bambino può anche usarli per essere autonomo a scuola.

  • Mantenete il volto visibile

    Se il vostro volto è ben illuminato, il vostro bambino può vedere facilmente le espressioni facciali e leggere le labbra. Quindi evitate di appoggiare il volto sulla mano o di tenere un giornale davanti a voi mentre parlate.

  • Parlare chiaramente

    Parlate chiaramente, ad una velocità normale e ricordate che non c'è bisogno di urlare. Se il bimbo ha problemi a capirvi, provate a riformulare la frase, piuttosto che limitarvi a ripeterla.

  • Evitate i rumori di sottofondo

    Quando parlate, cercate di evitare rumori di sottofondo. Spegnete la televisione e chiudete le finestre aperte. Avvicinatevi al vostro bambino per rendere la voce più forte o cercare un posto più tranquillo dove parlare.

Altre tecniche di comunicazione

Per alcuni è importante consultare un terapista del linguaggio o imparare altre tecniche di comunicazione. Queste tecniche comprendono la lettura labiale, il discorso chiaro e accessibile e la lingua dei segni. Ulteriori informazioni nelle Sezione di supporto.

  • Neonati fino a bambini ai primi passi (da 0 a -3 anni)

    Se il bambino soffre di perdita dell'udito, la sua abilità di sviluppare il discorso dipende fin dall'inizio, dalla cura adeguata.

  • Età prescolare (3-6 anni)

    Sviluppare capacità sociali nel rumoroso ambiente dell'asilo o nel parco giochi può essere impegnativo quando si soffre di perdita dell'udito.

  • Età scolare (6-12 anni)

    La classe è un ambiente di ascolto impegnativo. Ulteriori informazioni sulle soluzioni e su come sostenere il bambino.

  • Dall'adolescenza all'età adulta (12+)

    Le soluzioni per adolescenti e giovani adulti e come un genitore può offrire sostegno come un buon mentore.